Home | Uffici | Anagrafe | Ufficio stato civile
Ufficio stato civile
Sede: via Monti, 22 - piano terra
Responsabile:
Telefono: 02.4480.446 - 448
Fax: 02.4480.423 
PECstatocivile@cert.comune.corsico.mi.it 
Orari
  • lunedì, martedì, giovedì, venerdì dalle ore 8.00 alle 13.00
  • mercoledì dalle ore 15.00 alle 19.30
  • sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.30
Competenze
Dall'ufficio di Stato Civile vengono registrati tutti gli eventi che si verificano sul territorio comunale (o che si verificano altrove, ma che si riferiscono a cittadini residenti nel Comune) e sono tenuti i registri e rilasciati i certificati di:
  1. Cittadinanza
  2. Nascita: permette di documentare la nascita di una persona fornendone nome, cognome, luogo e data.
    Rilascio: bisogna presentarsi presso l'Ufficio di stato civile del comune di nascita. Per i nati dopo il 1997 l'iscrizione può essere fatta nel comune dove i genitori sono residenti al momento della nascita del figlio.
    Validità: illimitata.
  3. Matrimonio: attesta la data ed il luogo in cui si è svolto il matrimonio.
    Rilascio: è rilasciato dal Comune dove è avvenuto il matrimonio o da quello in cui erano residenti gli sposi al momento del matrimonio.
  4. Morte: accerta la data e la località del decesso.
    Rilascio: è rilasciato dal Comune dove è avvenuto il decesso o dal Comune dove il defunto era residente.
    Validità: illimitata.
Tutti i certificati elencati possono essere oggetto di autocertificazione se richiesti da una Pubblica Amministrazione.
Per le copie integrali di atti occorre che l'interessato si presenti con documento d'identità valido e una richiesta scritta.
Non vi sono costi in quanto tutti i certificati, estratti o copie integrali sono esenti da bollo.
Autenticazione per uso scolastico: certificati ed estratti di nascita per l'iscrizione alle scuole di ogni ordine e grado sono sostitituibili dalle corrispondenti dichiarazioni (da sottoscrivere) riprodotte sui modelli disponibili presso le segreterie scolastiche.

L'ufficio gestisce inoltre le concessioni cimiteriali (inumazioni/tumulazioni di feretri, tumulazioni di resti/ceneri mortali) e rilascia il relativo contratto.
Glossario
  • Certificato: attestazione semplificata dell'atto risultante dagli atti dello stato civile.
  • Estratto: certificazione comprensiva di tutte le annotazioni previste dalla legge apportate successivamente a margine all'atto stesso.
  • Copia integrale: copia fotostatica dell'atto dal registro.
Nuove modalità per separazioni e divorzi
La legge n. 162 del 10 novembre 2014, consente nuove modalità per ottenere, a determinate condizioni, la seperazione e il divorzio.
 
SEPARAZIONE E DIVORZIO DAVANTI AD UN AVVOCATO
i coniugi possono decidere di sciogliere il loro vincolo matrimoniale di fronte agli avvocati: quindi, se sussistono determinate condizioni, non occorre recarsi in Tribunale per ottenere il divorzio o la separazione personale.
 
SEPARAZIONE E DIVORZIO DAVANTI ALL’UFFICIALE DI STATO CIVILE
L’art. 12 della Legge 162/2014 prevede, a decorrere dall’11/12/2014 la possibilità per i coniugi di comparire direttamente dinnanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, divorzio o di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.
L’assistenza degli avvocati è facoltativa.
D.A.T. - Dichiarazione Anticipata di Trattamento
COS'E' LA D.A.T.
La D.A.T., Dichiarazione Anticipata di Trattamento, viene anche chiamata testamento biologico o di vita. E’ un documento strettamente personale con cui una persona maggiorenne, l’intestatario, capace di intendere e di volere, esprime la propria volontà in merito ai trattamenti sanitari nel caso in cui, in futuro, si trovasse in condizione di non poter manifestare la propria volontà.
In sostanza può dichiarare se accettare o rifiutare trattamenti sanitari, accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche (dopo aver acquisito informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte).

Per essere valida, la dichiarazione deve contenere il nome di almeno una persona maggiorenne, il fiduciario, che ha l’incarico di far rispettare la volontà dell’intestatario della DAT.
L’intestatario può sempre decidere di cambiare il fiduciario, modificare le sue disposizioni o ritirare la sua D.A.T.

CHI E' IL FIDUCIARIO

E’ la persona maggiorenne che si impegna a garantire lo scrupoloso rispetto delle volontà espresse dall’intestatario della D.A.T, che fa le sue veci e che lo rappresenta nelle relazioni con il medico e le strutture sanitarie.
Al fiduciario viene consegnata una copia della DAT.
Se una persona viene nominata fiduciaria, ma non intende più svolgere questo compito, può rinunciare all’incarico e presentare in Comune una dichiarazione.

COME PRESENTARE UNA D.A.T.

Data la delicatezza del documento e del suo contenuto è necessario, da parte di chi presenta la D.A.T., rispettare questa procedura:
scrivere la propria dichiarazione anticipata di trattamento: per farlo, bisogna compilare l'apposito modulo che devono firmare sia l’intestatario che il fiduciario.
mettere la D.A.T. in busta chiusa insieme alle fotocopie dei documenti di identità dell’intestatario e del fiduciario: gli impiegati del Comune, quindi, non possono leggere il contenuto della D.A.T. e non sono responsabili in alcun modo di quello che c’è scritto.
fissare un appuntamento: per farlo, bisogna rivolgersi all’ufficio di Stato Civile prendendo appuntamento telefonando al numero 02.44.80.446-448
andare all’appuntamento con il proprio fiduciario entrambi con un documento d’identità valido. In questa occasione devono firmare, di fronte agli impiegati del Comune, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà già precedentemente compilata:
- dichiarazione dell’intestatario
- dichiarazione del fiduciario

A questo punto la busta chiusa che contiene la D.A.T. viene numerata. Il numero viene annotato in un registro informatico e riportato su ciascuna delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà firmate dall’intestatario e dal fiduciario.

Il Comune archivia in una cassaforte la busta che contiene la D.A.T. insieme alle dichiarazioni dell’intestatario e del fiduciario.

Importante: si può fare la D.A.T. anche senza nominare un fiduciario e in questo caso sarà il giudice tutelare a provvedere alla nomina di un amministratore di sostegno (ai sensi del capo I del titolo XII del libro I del Codice Civile).