Home | Notizie | Mensa scolastica: il TAR dà ragione al Comune
Mensa scolastica: il TAR dà ragione al Comune

Il Tribunale amministrativo ha respinto, anche nel merito, il ricorso presentato da alcuni genitori contro la decisione del sindaco Filippo Errante di sospendere il servizio di refezione scolastica a chi non paga, pur potendo. La morosità si è ridotta, tra il 2016 e il 2017, dal 12% al 3,5%

Corsico (28 febbraio 2018) - “Le persone ricorrenti sono prive sia di legittimazione sia di interesse”. E il TAR respinge il ricorso, ritenendolo inammissibile. Si chiude così un nuovo capitolo della vicenda mensa scolastica che ha visto contrapposti alcuni genitori e il Coordinamento dei genitori democratici della Lombardia da una parte e il Comune di Corsico dall’altra.
“Insisto nel dire che la mia decisione di sospendere la distribuzione dei pasti – evidenzia il sindaco Filippo Errante – a chi, pur potendolo fare, non si preoccupava di versare la tariffa dovuta è stato un atto di giustizia sociale. Tanto è vero che la morosità che nel 2015 era intorno al 12% è oggi ridotta a circa il 3,5%, con un’ottantina di persone escluse dal servizio. Mentre continuiamo ad aiutare le famiglie che si trovano in uno stato di effettiva difficoltà, sia attraverso i servizi sociali, sia con rate molto basse a saldo degli arretrati”...