Home | Notizie | Ilaria Alpi
Ilaria Alpi
Roma 24 maggio 1961 - Mogadiscio 20 marzo 1994

Grazie anche all'ottima conoscenza delle lingue (arabo, francese, inglese) ottenne le prime collaborazioni giornalistiche dal Cairo per conto di Paese Sera e del L’ Unità. Successivamente vinse una borsa di studio per essere assunta alla Rai.

 

Ilaria Alpi fu uccisa mentre si trovava a Mogadiscio come inviata del TG3 per seguire la guerra civile somala e per indagare su un traffico d’ armi e di rifiuti tossici illegali in cui probabilmente la stessa Alpi aveva scoperto che erano coinvolti anche l'esercito ed altre istituzioni italiane. Nel novembre precedente era stato ucciso, sempre in Somalia ed in circostanze misteriose, il sottufficiale del SISMI Vincenzo li Causi, informatore della stessa Alpi sul traffico illecito di scorie tossiche nel paese africano.

La perizia della Polizia Scientifica ricostruì la dinamica dell'azione criminale, stabilendo che i colpi sparati dai kalashnicov erano indirizzati alle vittime, poiché l'autista e la guardia del corpo rimasero indenni.

I due giornalisti scoprirono un traffico internazionale di veleni, rifiuti tossici e radioattivi prodotti nei Paesi industrializzati e stivati nei Paesi poveri dell'Africa, in cambio di tangenti e armi scambiate coi gruppi politici locali. La commissione non ha però approfondito la possibilità che l'omicidio possa essere stato commesso per le informazioni raccolte dalla Alpi sui traffici di armi e di rifiuti tossici, che avrebbero coinvolto anche personalità dell'economia italiana