Home | Notizie | Il ministero delle Finanze dispone una verifica amministrativo-contabile
Il ministero delle Finanze dispone una verifica amministrativo-contabile
Un ispettore ha avviato i controlli all'inizio della settimana. Dureranno circa un mese


Un ispettore ha avviato i controlli all'inizio della settimana. Dureranno circa un mese. L'iniziativa rientra tra le attività stabilite in un Protocollo d'intesa con il Dipartimento della Funzione pubblica

Corsico
(21 novembre 2013) – “Un intervento disposto dalla Ragioneria dello Stato per accertare le azioni, promosse dalle Amministrazioni comunali che si sono susseguite nel corso degli anni, in particolare sulla spesa per il personale”. La sindaca Maria Ferrucci ha inviato oggi una comunicazione al presidente e a tutti i componenti del Consiglio comunale per spiegare perché un dirigente del ministero dell'Economia e delle Finanze ha cominciato, all'inizio della settimana, un'ispezione amministrativo-contabile nei confronti del Comune di Corsico.

Una procedura attivata “In attuazione - si legge nella lettera del Ministero - del Protocollo d'intesa stipulato con il Dipartimento della Funzione pubblica”.

D'altra parte, nel d.lgs 123/2011, richiamato dallo stesso Ragioniere  Generale nella comunicazione inviata alla sindaca di Corsico, viene chiarito che “Gli atti di spesa adottati dalle amministrazioni periferiche dello Stato sono assoggettati al  controllo dalle  Ragionerie territoriali dello Stato, secondo la rispettiva competenza”.

Nella lettera viene anche richiamato l'art. 14 della l. 196/2009, che attribuisce all'Ispettorato generale di finanza il compito di verificare la “regolarità della gestione amministrativo-contabile delle amministrazioni pubbliche”. E precisa: “(...) per gli enti territoriali, i predetti servizi effettuano verifiche volte a rilevare eventuali scostamenti dagli obiettivi di finanza pubblica e procedono altresì alle verifiche richieste dal Ministro competente”.

L'ispettore svolgerà il suo incarico nell'arco di circa un mese ed eseguirà una verifica amministrativo-contabile sugli atti adottati dalle Amministrazioni comunali anche del passato.

Il verbale dell'ispezione verrà poi inviato, come prescrive la legge, alla Conferenza permanente per il coordinamento della finanza pubblica affinché possa valutare l'opportunità di attivare il procedimento denominato “Piano per il conseguimento degli obiettivi di convergenza”.

Vengono categoricamente smentite le voci secondo le quali il provvedimento della Ragioneria Generale dello Stato sia finalizzato al taglio del personale. In nessuna comunicazione o norma è previsto che l'intervento dei “Servizi ispettivi di finanza pubblica” possa determinare scelte così drastiche.