Home | Notizie | Firme per la polizia locale?
Firme per la polizia locale?
L'assessore al Personale Emanuele Schmidt e alla Polizia Locale Livio Colombo replicano all'iniziativa di "Fratelli d'Italia"

L'assessore al personale Emanuele Schmidt e alla Polizia Locale  Livio Colombo replicano all'iniziativa promossa da Fratelli d'Italia. “La sicurezza è una priorità, tanto che abbiamo individuato una soluzione per garantire una maggiore presenza di pattuglie in città tutto l'anno e il pagamento delle indennità di turno”

Corsico (5 dicembre 2013) – “Un'iniziativa politica basata su presupposti errati, che rischia solo di creare confusione. La sicurezza dei cittadini è per l'Amministrazione una priorità”: l'assessore al personale Emanuele Schmidt e alla Polizia Locale Livio Colombo replicano agli esponenti di Fratelli d'Italia che stanno raccogliendo firme per chiedere “all'Amministrazione comunale di fare un passo indietro e rivedere le proprie posizioni assicurando alla cittadinanza quel controllo necessario a vivere tranquillamente il territorio ogni ora del giorno e della sera” e “che l'importante ruolo della polizia locale venga riconosciuto e valorizzato anche economicamente”.

“Il 'passo indietro' che ci viene chiesto – precisa Schmidt – è illegittimo. Infatti, non siamo in grado di pagare le indennità accessorie perché è completamente esaurita la disponibilità nel relativo fondo salario. Ciò non vuol dire che non riteniamo strategica per la città e per i corsichesi la sicurezza che può garantire il personale della nostra Polizia Locale. Tanto che stiamo lavorando a una soluzione, l'adesione all'Unione 'I Fontanili', che consentirà di accrescere il presidio della città, assicurando un servizio dalle 7 alle 24 dal lunedì al sabato e dalle 9 alle 18 la domenica, tutti i giorni dell'anno e non solo d'estate. Non solo. Potremo in questo modo – evidenzia l'assessore – pagare nuovamente le indennità di turno al personale in forza al comando di Corsico”.

“Abbiamo cercato in ogni modo – spiega Livio Colombo – di pagare le indennità di turno, ma non rientra tra le nostre possibilità. Però non ci siamo arresi, individuando soluzioni che permettessero di valorizzare l'importante compito svolto dalla nostra Polizia Locale”.