Home | Notizie | Festival dello stocco: le procedure di autorizzazione non erano concluse
Festival dello stocco: le procedure di autorizzazione non erano concluse

La richiesta per l’organizzazione della manifestazione è arrivata dal Consorzio dello stocco di Mammola, il cui logo compare in alto al manifesto. Non si era a conoscenza di un referente corsichese degli organizzatori. Da qui la decisione del sindaco di chiedere conto agli uffici delle procedure seguite per i necessari controlli
Corsico (18 ottobre 2016) – Il primo “Festival dello stocco di Mammola” previsto per il fine settimana è sospeso a data da destinarsi. Lo ha deciso il sindaco di Corsico Filippo Errante, in seguito alla riunione tenutasi ieri sera con funzionari, dirigenti e assessori e dopo aver constatato, con l’affissione dei manifesti nell’ultimo fine settimana, che gli organizzatori hanno indicato come referente per le informazioni una persona di Corsico. Anche se tutte le richieste e le successive procedure dello SUAP (Sportello unico delle attività produttive), ancora in corso, avevano come unico interlocutore un rappresentante di Mammola, che avrebbe dovuto completare le pratiche tra oggi e domani. Il caso è stato sollevato oggi dal Corriere della Sera di Milano. "Ho potuto appurare che gli uffici - spiega il primo cittadino - avevano ricevuto la proposta direttamente dal Consorzio dello stocco di Mammola, che organizza festival un po’ ovunque in Italia, con grande successo. Ho ritenuto l’iniziativa interessante quando mi è stata sottoposta in Giunta e non c’era alcun onere a carico del Comune”. E proprio quest’ultimo aspetto, cioè il fatto che non si tratti di un appalto o un incarico, non ha fatto scattare le procedure di verifica attivate al fine di accertare anche solamente degli alert...