Home | Notizie | Bando pubblico per il sostegno al mantenimento dell'abitazione in locazione
Bando pubblico per il sostegno al mantenimento dell'abitazione in locazione
L’Amministrazione Comunale ha aderito all'iniziativa regionale MISURA 2 finalizzata a sostenere famiglie con morosità incolpevole ridotta, residenti nel Comune di Corsico e che non abbiano uno sfratto in corso, tramite l’erogazione di un contributo al proprietario dell’abitazione, a condizione che si impegni a non effettuare lo sfratto per almeno 12 mesi e sia disponibile a non aumentare il canone di affitto.
Requisiti per la partecipazione: possono richiedere il contributo le famiglie che nell’anno 2016 sono titolari di contratti di locazione registrati, stipulati per unità immobiliare utilizzata come residenza anagrafica e abitazione principale.
I richiedenti devono possedere:
a. residenza da almeno 5 anni in Regione Lombardia di un membro del nucleo familiare;
b. non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
c. morosità incolpevole accertata in fase iniziale (meno di € 3.000,00);
d. ISEE max fino a € 15.000,00;
e. impegno del locatore a non effettuare lo sfratto per almeno 12 mesi e a non aumentare il canone per il medesimo periodo.
Ai fini del riconoscimento del beneficio, l’inquilino deve sottoscrivere un accordo con cui si impegna a partecipare a politiche attive del lavoro, se disoccupato, e a sanare la morosità pregressa non coperta dal contributo. L’accordo deve essere sottoscritto da inquilino e proprietario.
Entità ed erogazione del contributo: il contributo sarà erogato dal Comune al proprietario ed è stabilito in € 1.000 per alloggio/contratto, elevato ad € 1.500 nel caso di disponibilità da parte del proprietario a rinegoziare a canone più basso. Tali contributi saranno erogati direttamente ai proprietari a seguito di sottoscrizione dell’impegno previsto.

Le domande potranno essere ritirate presso l’ufficio Servizi Sociali in Via Dante n. 11 a partire dal 28 ottobre 2016 e dovranno essere presentate unicamente presso l’ufficio Protocollo sito in Via Roma n. 18 entro e non oltre il termine del 30 novembre 2016.