Home | Notizie | “Contro la 'ndrangheta serve una cultura non succube”
“Contro la 'ndrangheta serve una cultura non succube”

Corsico
(MI) - “Ci sono i don Puglisi, i don Diana e per fortuna tanti altri preti e cristiani coraggiosi – commenta la sindaca di Corsico Maria Ferrucci, che è anche vice presidente di Avviso Pubblico – e poi ci sono i servi, quelli che si girano dall'altra parte quando devono combattere il malaffare e la cultura mafiosa e si sottomettono chinando la schiena e abbassando lo sguardo. Per sconfiggere le mafie – ha precisato la sindaca anche attraverso i social network – non ci vogliono soltanto più strumenti repressivi; serve una cultura diversa e non succube, omertosa o assoggettata”.